top of page

E ti accorgi che è gennaio

In frigo, verdura a redenzione dei pranzi di Natale.

Nell’ingresso, guanti, sciarpe, cappelli, tutti di lana, raccolti negli anni.

Fuori dalla finestra, un’ora di luce in più

a tramonto di un giorno freddo, secco e pungente.


Sulle mensole, candele e poco più.

In agenda, appuntamenti da spostare

ma che sogno di annullare.


Sul comodino, una crema mani potente

che non sa di niente.


In calendario, weekend vuoti ma pieni di noi.

Nelle mattine, odore di caffè e succo d’arancia.

Nella testa, bisogno di questa quiete.



Dog overlooking the street in typical London house
The Archie Parker Cafe in Forest Hill London

L'idea di questo post, che vorrei facesse parte di una serie per il 2024, viene da qui.

8 views0 comments

Recent Posts

See All

Comments


bottom of page